22

Com’è giunto il WingTsun in Europa?

LA STORIA

Il nostro sistema di combattimento, probabilmente, si è sviluppato 300 anni fa dal Kung Fu Shaolin. La Monaca Ng Mui, (non fu mai battuta da nessun maestro di Kung Fu del suo tempo) cercò un nuovo metodo, scientifico di difesa personale attingendo dalle sue conoscenze degli altri stili di Kung Fu.

Una ragazza di nome Yim Wing Tsun, che era stata minacciata da un brutale esperto di Kung Fu, imparò dalla monacaquesto logico metodo di combattimento. Yim Wing Tsun dopo pochi anni di lezioni private cominciò a conoscere perfettamente lo stile e fu così in grado di sconfiggere facilmente i suoi avversari.

E poiché si tratta di uno stile di combattimento scientifico, che come ogni scienza si sviluppa per mezzo di ricerche intensive, ella riuscì – come anche i suoi successori fino ad oggi – a migliorare sempre lo stile e a dargli la sua nota personale.

Leung Yee Tai insegnò questo stile a Leung Jan che lo tramandò ai suoi figli Leung Tsun e Leung Bik a Wah l’uomo di legno perchè le sue braccia, in seguito agli allenamenti con il pupazzo di legno, erano diventate durissime) e a Wah il combattimento (Chan Wah Shun). Wah il cambiavalute aveva 16 scolari in tutto e sarebbe rimasto senza successore se il suo ultimo scolaro Yip Man non avesse impedito che tale stile si estinguesse. Yip Man, però, cominciò solo a 56 anni ad insegnare Wing Tsun ad Hong Kong. I suoi primi allievi furono persone che lavoravano nei ristoranti. Quando la sua fama incominciò a crescere, aumentò rapidamente anche il numero di allievi, e (in particolar modo) furono i funzionari di polizia che cominciarono ad interessarsi a questo stile. Tra i vari allievi di Yip Man vi era anche un certo Bruce Lee che più tardi, in America, creò un metodo personale (Jeet Kune Do) partendo dalle basi del Wing Tsun Kung Fu ed arricchendolo con tecniche dell’Escrima (combattimento filippino con bastoni ed armi), della boxe e di altri metodi di combattimento occidentale.

Con la morte di Yip Man nacque il problema della scelta del suo successore. Poiché Yip Man non si era mai espresso chiaramente a tale proposito i suoi migliori allievi assunsero la direzione della famiglia Wing Tsun. Ben presto, però, sorsero delle rivalità ed entrarono in concorrenza in quanto ognuno di loro aveva fondato ad Hong Kong la propria scuola ed associazione. A causa di queste gelosie ed invidie ancora oggi non è possibile unificare tutti gli allievi di Yip Man.

Nel 1975, un insegnante di ginnasio e docente universitario di Kiel, Keith R. Kernspecht, entrò in contatto con il grande maestro di Wing Tsun Leung Ting, ad Hong Kong. Keith Kernspecht già nel 1960 aveva praticato diverse arti marziali e nel 1967 fondò a Kiel il suo primo club sportivo di combattimento. All’inizio degli anni settata, cominciò a dedicarsi agli stili cinesi e sopratutto al Wing Chun. Ciò che Keith R. Kernspecht imparò dal suo Sifu (padre maestro) Leung Ting dopo circa cinque anni di lezioni private in Germania o ad Hong Kong, si differenziava moltissimo dal Wing Chun che fino ad allora aveva conosciuto. Leung Ting per sei anni, seguì il primo e quindi il più anziano scolaro di Yip Man, Leung Sheung che nel frattempo era morto, fino a che egli ricevette lezioni private da Yip Man. Leung Ting dovette ricominciare da zero!

Il gran maestro Yip Man corresse tutte le tecniche del giovane Leung Ting a cominciare da quella del pupazzo di legno fino alla prima forma. Oggigiorno Leung Ting viene considerato il rappresentante del vecchio stile di Yip Man e cioé del raffinato e morbido Wing Tsun.

Keith Kernspecht essendo stato un istruttore di Kempo ed amante degli sport pesanti nutrì ancora per molto tempo dubbi sulla superiorità del morbido Wing Tsun, che si basava sui principi taoistici del cedere e del non far nulla. Con l’aiuto delle conoscenze del suo Sifu il gran maestro Leung Ting cominciò a cercare le eventuali debolezze del morbido Wing Tsun. Questa strada da lui intrapresa lo condusse verso le scuole più svariate di arti marziali, nelle quali, talvolta, i metodi di Yip Man venivano completamente stravolti: si passava infatti da metodi molto morbidi fino a quelli molto duri. A causa della sua stessa forza fisica e poichè il contrasto era particolarmente attrattivo, imparò in Usa e in Germania dall’allievo più forte e più veloce di Bruce Lee il suo Wing Tsun di attacco (primo livello del Jeet Kune Do).

Questo metodo si addiceva molto alle capacità fisiche di Kernspecht ma i suoi allievi, che erano più deboli e lenti di lui, si sentivano frustrati, perché, giustamente, non vedevano alcuna prospettiva per il futuro. Un metodo che si basava in modo così rigoroso sulla forza fisica e sulla velocità, offre poche chance alle persone che non sono particolarmente forti o veloci. Inoltre, bisogna aggiungere, che questo metodo è adatto solo per l’attacco ma non per la difesa. Il repertorio tecnico di questo metodo è sprovvisto di elementi di difesa come la rotazione, il piegamento o il Bong difensivo.

Dopo molte altre peregrinazioni che lo condussero in quasi tutte le parti del mondo, Keith Kernspecht tornò a casa nel 1982 dedicandosi al Wing Tsun morbido e con l’aiuto del suo Sifu, riuscì a riordinare ed a utilizzare tutte le esperienze che aveva fatto. Come già una volta Yip Man aveva corretto Leung Ting, così adesso Leung Ting corresse il suo scolaro tedesco partendo dalla così detta forma del coltello fino al Siu-Nim-Tau. Naturalmente ci voleva molto tempo, così che Keith Kernspecht invitò nel giro di qualche anno il suo maestro tre, quattro volte per stare a Langenzell dalle tre alle sei settimane. Keith Kernspecht era molto portato per questo stile e quindi nel 1983 fu in grado di sostenere l’esame per il sesto livello di WT., sotto la direzione di Leung Ting. Il Sifu Kernspecht divide il sesto grado con il suo Sihing Leung Tuen, con il fratello Si-Gungs e Tam Hung Fun.

Tratto dal Libro WingTsun Kuen copyright per l’Italia Master Filippo Cuciuffo 1988 Livorno

2 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento